Asmae Dachan e “Il silenzio del mare” serata sulla Siria

View Calendar
12-12-2017 18:00 - 20:00
L'Altro Spazio
Phone:3473276768
Address: Via Nazario Sauro, 24F, Bologna

La Macchina Sognante e Amnesty UniBo dialogano con la giornalista e scrittrice di origini siriane Asmae Dachan, sul suo ultimo romanzo, “Il silenzio del mare”, sul suo blog “Diario di Siria” e sulla situazione in Siria, ripercorrendo le varie fasi del complesso processo che ha portato alla quasi distruzione del paese, lo sfollamento interno ed estero di milioni di persone, etc. Nel corso della serata vi saranno anche letture e proiezioni.

asmae dachan a bologna

Il Silenzio del mare
Un romanzo che attinge alla drammatica realtà della guerra in Siria. Due fratelli, Fadi e Ryma, si uniscono al movimento pacifista che nasce segretamente nei campus universitari e che coinvolge giovani e lavoratori, iniziano un impegno attivo per la difesa dei diritti umani, sognando che la Siria riacquisti la libertà e si affranchi dall’oppressione della dittatura, siamo nel 2011 e il loro sogno svanisce in breve. Scoperti e minacciati dal regime, sono costretti a fuggire dalla repressione che presto si trasforma in una feroce guerra, a cui si aggiunge l’orrore del terrorismo. Si imbarcano in Libia, alla volta dell’Italia, ma durante la traversata accade una tragedia e Fadi arriva a terra da solo. Il destino di Ryma resta avvolto dal silenzio del mare. In Italia il giovane siriano viene accolto da un pescatore e da una giovane dottoressa. I loro destini si intrecciano in modo inaspettato. Ognuno cerca nell’altro le risposte ai suoi perché, e mentre in Siria si continua a morire, un evento inatteso sconvolge la nuova vita di Fadi e dei suoi amici.

Related upcoming events

  • 13-12-2017 21:00 - 13-12-2017 22:30

    Mercoledì 13 dicembre ore 21 presentazione e lettura del libro di Alex Boschetti accompagnato alla chitarra da Carmelo Pipitone (#Martasuitubi,#Dunk, O.R.K.).

    Un noir basato su un gioco di intrecci psicologici e di verità sotterrate che si accavallano tra Bologna, New York e l’Alto Adige.
    Un professore universitario all’apice della sua carriera e l’ombra del male che cala improvvisamente sulla sua luminosa stella.
    Una resa dei conti senza scampo, innanzitutto con se stesso.

    Albert Kleim vive tra Bologna e New York: ha una vita apparentemente perfetta e costellata di successi, costruita lontano dalla sua terra natia, l’Alto Adige. È un accademico di grido e un noto opinionista nei più importanti salotti televisivi. Affascinante, con una famiglia apparentemente perfetta, all’improvviso la sua vita cambia completamente: d’un tratto il figlio più piccolo scompare nel nulla, senza lasciare alcuna traccia. Ha inizio così una lunga e dolorosa discesa agli inferi: le ricerche senza esito, la famiglia che va a rotoli, la moglie che si allontana e l’incubo della depressione lo faranno entrare in contatto con un mondo parallelo, torbido e crudele. Un mondo che lo porterà a guardare al suo passato e alla sua stessa esistenza con occhi diversi.
    Sullo sfondo, un Alto Adige incantato e severo, custode di memorie senza tempo e di segreti inconfessabili: una terra di antichi conflitti e sentimenti contrastanti, che si attacca alla pelle e al destino con la stessa, silenziosa ostinazione di un interminabile inverno.
    Emergono dal passato gli amici dell’infanzia: Giorgio, Kurt, Peter sono gli amici di sempre, quelli con cui Albert ha passato gli anni dell’infanzia e a cui è legato da un filo sottile, che non si spezza e che torna anche nei momenti difficili della scomparsa di suo figlio Nicola. È da loro che Albert torna, cercando aiuto e una via di salvezza: ed è attraverso loro che piano piano arriva alla verità.
    Noir sottile e spiazzante, Un interminabile inverno è un gioco di intrecci psicologici e di verità sotterrate che incolla il lettore dalla prima all’ultima pagina. Una storia costruita su capitoli brevi e fulminanti, con un finale in crescendo che lascia il gusto dolceamaro della sorpresa

    Alex Boschetti (1977) ha al suo attivo diverse sceneggiature per fumetti e graphicnovel, tra cui La strage di Bologna (Becco Giallo, 2006) e La scomparsa di Emanuela Orlandi (Becco Giallo/Fandango 2013). Nel 2017 è prevista l’uscita del suo nuovo lavoro, sempre per Becco Giallo, dal titolo Mani Pulite. Ha scritto anche sceneggiature per cortometraggi in animazione e videoclip. Ha inoltre pubblicato racconti in diverse antologie e il romanzo Nera Neve (ENS, 2003).
    Un interminabile inverno è il suo secondo romanzo.

    ingresso gratuito